Film: THE BLACK SWAN

20 02 2011

Lo aspettavo da due mesi nelle sale cinematografiche italiane e finalmente è arrivato! Si tratta del film Black Swan candidato a 5 premi oscar che ha come protagonisti: la bellissima Natalie Portman nel ruolo di Nina, Vincent Cassel nel ruolo dello spietato coreografo Thomas Leroy, MIla Kunis nel ruolo della sensuale e travolgente Lily e molti altri.

Vediamo la trama:

A New York  una compagnia di balletto sta allestendo Il lago dei cigni. Il regista Thomas Leroy decide di sostituire la prima ballerina Beth con Nina. Ben presto Nina entra in competizione con un’altra ballerina, Lily, meno precisa tecnicamente ma molto più espressiva e sensuale. Nella regia di Thomas de Il lago dei cigni è previsto che il cigno bianco ed il cigno nero siano interpretati dalla medesima ballerina: Nina. Nina è costretta a sondare il suo IO profondo per scoprire come far emergere il lato oscuro del cigno nero: ciò la porta ad una lotta con se stessa e ad uno scontro con la madre, ossessiva ed iper protettiva nei confronti dell’unica figlia. Nina trasferisce su Lily il lato di sé che la spaventa trasformando la difficile preparazione al ruolo in un’ambigua ossessione che le fa perdere la percezione di ciò che è reale e ciò che è sogno. L’apice del tormento che la opprime si cristallizza nel debutto finale che rappresenta per lei anche la liberazione.

Una pellicola drammatica, travolgente, inquietante, tagliente e che nonostante sia basata su un balletto classico ( che a molti non interessa) consiglio a tutti di vedere!!

-Consu-





FILM: il bacio che aspettavo

26 08 2010

Ieri sera è andato in onda per i filmissimi di canale 5: il bacio che aspettavo. Leggi il seguito di questo post »





FILM:Piacere, sono un pò incinta

21 05 2010

Torna sul grande schermo Jennifer Lopez nel film Piacere, sono un pò incinta Leggi il seguito di questo post »





Audi R8 GT

2 05 2010

Di R8 più toste del normale se ne vedevano in giro da qualche tempo per le strade europee durante i moltissimi test drive su strada. Ancora Audi non aveva svelato il nome e, soprattutto, le fattezze, di questa nuova vetta raggiunta a Ingolstadt. Audi ha deciso che si chiamerà GT.

I moltissimi appassionati avevano provato a pronosticare ciò che avrebbe caratterizzato questa nuova supercar. Si sa che la fortuna è cieca: in questo caso non si è smentita la tradizione, soprattutto per quanto riguarda il nome. In pochissimi, se non nessuno, avevano azzardato la sigla GT (forse non così tradizionale in Audi) mentre in molti avevano pensato alla trazione posteriore stile Gallardo Balboni. Tutti smentiti.

Il V10, rimasto dalla versione V10 appunto della R8, scarica la potenza all’85% sulle ruote posteriori anche se il 15% restante è ancora a cura di quelle anteriori. Parlando di pneumatici (disponibili anche in una non meglio specificata versione “Cup”), essi sono calzati su cerchi da 19″ in alluminio forgiato riguardo i quali mi sembra doveroso un plauso al design. Le pinze dei freni (carboceramici di serie) sono danno un tocco di colore rosso in bella mostra sotto le razze sottili dei cerchi.

Le prestazioni sono esaltanti, come d’altra parte lo erano quelle della R8 V10. Lo zero-cento è coperto in 3 decimi di secondo in meno: 3,6 secondi. 10.8″ sono necessari per portarla a 200 km/h da fermo. Pesante la cura dimagrante effettuata a sulla vettura: il peso a secco di 1525 kg è un traguardo invidiabile. Ogni parte che potesse essere sostituita con una di materiali più leggeri è stata rivista: parabrezza (ora costruito con un vetro più sottile), finestrini posteriori in policarbonato, ala qui fissa e appendici aerodinamiche in fibra di carbonio e materiale plastico leggero. Quasi incredibile pensare che i soli tappetini hanno permesso di risparmiare ben 8kg!

Le modifiche aerodinamiche esterne, quanto sottili tanto visibili, hanno permesso anch’esse di migliorare le doti stradali in questa R8. Il coefficiente di resistenza aerodinamica è di soli 0.36.

Con una vettura di questo tipo è logico spendere qualche weekend sull’asfalto del circuito più vicino a casa. Audi ha pensato attentamente a questa esigenza dei suoi futuri clienti fornendo il “Race Package”: con esso troveremo all’interno dell’abitacolo roll bar, estintore e pulsante di spegnimento d’emergenza e interruzione del flusso di carburante.

Unica nota dolente (forse): il prezzo. Con i 193mila euro che si dovranno sborsare (almeno per quanto riguarda l’europa continentale) l’acquirente potrebbe aggiungere qualcosina e orientarsi su altre vetture proposte dall’agguerrita concorrenza.

Soprattutto, la sigla GT vale da sola quei 50 mila euro richiesti in più per averne una in garage? Forse non è nemmeno il caso di rispondere a questa domanda e a chiedersi come mai un prezzo così poco “popolare”. La Casa ha infatti reso noto che saranno solo 333 gli esemplari che vedremo sulle nostre strade.

-Symo-





Trance Energy 2010: Report + Livesets

5 04 2010

Un anno dopo rieccoci a calcare il suolo dello Jarbeurs di Utrecht per altre 9 ore all’insegna della trance: ecco com’è andata

Leggi il seguito di questo post »





SHUTTER ISLAND

31 03 2010

E’ uscito nelle sale il film thriller-horror e aggiungerei drammatico, diretto da  Martin Scorsese, Shutter Island. Leggi il seguito di questo post »





Hennessey Venom GT

30 03 2010

Ancora una volta al centro dell’attenzione il binomio Lotus-leggerezza (e quindi velocità). Questa volta non direttamente visto che l’Elise fa solo da base. E’ Hennessey che lavora duramente e artigianalmente per invadare il mercato di ultra-nicchia con quella che è destinata a imporsi come vettura stradale più veloce: si parla infatti di 421 km/h di massima e 2.2 secondi di 0-100 km/h. Con Bugatti Veyron è sfida apertissima!

Leggi il seguito di questo post »