Lexus GS 450h

15 09 2008

Non riuscendo a sfondare in Europa (e soprattutto in Italia) in segmenti “minori” con il modello IS ecco che il marchio di lusso Toyota ha presentato un innovativo modello GS. La vettura, classica berlinona di rappresentanza che piace così tanto oltreoceano, andrebbe a fare concorrenza ai classici modelli tedeschi come A8, Classe S o Serie 7. Il prezzo di 71.000€ tondi non è certo alla portata di tutte le tasche ma si inserisce nella media dei prezzi di vetture simili.

Anche se l’estetica ha molto stile americano (e questo compromette in maniera decisivo l’acquisto della vettura da parte della clientela europea abituata a design ben più curati) l’ho trovata carina sotto alcuni punti di vista: i gruppi ottici anteriori sdoppiati così come la fiancata con punto di cintura alto e doppio terminale di scarico (ormai un must modaiolo negli ultimi tempi soprattutto su vetture sportive).

L’abitacolo rimane fedele al lusso esterno e dispone di lusso ed elettronica in abbondanza: le finiture in radica possono sembrare ormai “passate” quando la vettura prevede un impianto multimediale di così gran qualità; parliamo di display LCD 7″, connessione telefonica Bluetooth, telecamera posteriore e niente meno che impianto Dolby Digital 5.1 dotato di molti, molti watt di potenza.

Quello che ha fatto guadagnare un post a quest’auto è soprattutto il propulsore ibrido: elettrico più benzina. Da una parte c’è il motore benzina (V6 3,5 litri, 368Nm) che supporta quello elettrico (200 cv e 275Nm) in condizioni di guida normali, lasciando a quest’ultimo la gestione di partenza e accelerazione. La batteria del motore elettrico inoltre si ricarica con l’energia cinetica durante la marcia, quando il motore elettrico stesso naturalmente non lavora, e quindi non ha bisogno di alimentazione esterna. Le prestazioni sono di tutto rispetto: meno di 6 secondi sullo 0-100 km/h e velocità massima di 250 km/h autolimitata; i consumi (7,9 l per 100 km), per un’auto di questa categoria sono bassi; è vero anche che scegliendo un buon turbodiesel di altro costruttore, si possono raggiungere valori analoghi, o addirittura più bassi.

Naturalmente la lista delle dotazioni di serie per quanto riguarda la sicurezza è veramente molto completa: si passa dai fari orientabili, sterzo ad azione variabile così come sospensioni adattive e il controllo pressione gomme al Pre-Crash Safety e all’Adaptive Cruise Control.

La concorrenza c’è senza ombra di dubbio anche se i clienti europei, secondo me, opteranno per i modelli già conosciuti sotto tutti i punti di vista senza dare fiducia al costruttore giapponese.

-Symo-


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: