Porsche Cayenne Diesel

20 11 2008

Sulla scia del downsizing che è stata intrapresa da un po’ tutti i maggiori costruttori di auto mondiali, anche Porsche offrirà presto al suo vasto pubblico una versione più parca del famoso SUV Cayenne.

Ci risiamo. Ormai nell’ultimo periodo sempre più produttori di auto di lusso stanno intraprendendo la via del downsizing: vengono rimpiccioliti i motori e abbassati i consumi e le emissioni; tutto per fare fronte alla crisi economica mondiale che ha colpito naturalmente anche il mercato dell’auto.

Con la versione turbodiesel anche Porsche entra (peccato) nella nicchia di mercato occupata da anni da costruttori quali BMW, Mercedes-Benz e Audi su tutti. La vettura in questione è dotata di un tremila turbodiesel (iniezione diretta di gasolio) da 244 CV e 550 Nm di coppia massima. Il cambio è l’ormai collaudato Tiptronic S che permette consumi abbastanza contenuti: solo 9,3 litri di gasolio ogni 100km.

Probabilmente la Cayenne a gasolio rappresenta un punto di svolta (e di partenza) per il futuro del marchio. Con la presentazione (in primavera) dei motori a iniezione diretta di benzina su tutta la gamma 997 e, recentemente, quelli delle Boxster, si prevede un futuro sempre più “verde” dal punto di vista delle emissioni e dei consumi.

Sono assolutamente favorevole allo studio di nuovi sistemi per ridurre l’impatto ambientale delle vetture ma sono anche convinto di un’altra cosa: se i SUV (leggi “fuoristrada” di lusso), che in questi anni hanno sempre avuto più successo, fossero dotati solo di motori potenti (per intenderci dal 4 mila benzina in su) e venissero venduti a prezzi di vetture di quel calibro, forse ne sarebbero venduti molti meno e l’impatto ambientale sarebbe molto minore. Forse però questo non è la priorità (giustamente dal loro punto di vista) delle case costruttrici dato che si stanno muovendo proprio nella direzione opposta: cioè portare i SUV sempre a un maggior numero di clienti (vedi i vari X1/X3, Q5 e tutti gli altri mezzi-suv meno costosi) abbassando prestazioni, lusso e quindi prezzo della vettura. E’ logico che anche i SUV con motorizzazione “base” (ad esempio un 2 mila TDI) inquinino molto più di vetture meno mastodontiche, vuoi per il peso o per altro. Quindi avendo molti SUV et similia che inquinano tanto bisogna cercare di far inquinare meno tutta la categoria (compresi quei modelli come Cayenne) che mi sembrano rovinati con un 3.000 cc TDI.

Ci tengo a sottolineare che questa è solo la mia opinione che va contrariamente alle logiche di mercato più sensate. Probabilmente se mi chiedessero di scegliere tra vendere più auto meno inquinananti ma meno prestigiose e meno auto ma che siano il sogno di tutti preferirei la prima…

-Symo-


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: