Qlimax 2008

24 11 2008

Best Qlimax Ever. Ruffian l’ha detto e io lo confermo!

Perfetta la scelta della lineup. Perfetta l’organizzazione scenica. Perfetto tutto! Ma vediamo nel dettaglio ogni singolo dj:

MARK SHERRY :6-:

Da lui non ci si attendeva nulla, e per questo motivo mi sento di dargli una sufficienza stiracchiata, sia eprchè questo qlimax non deve avere insufficienze, sia perchè spara qualche classico trance a caso (Out of The Blue, Madagascar, Carte Blanche), anche se in remix francamente imbarazzanti che sono un insulto ai capolavori originali. Il set di Fausto l’anno scorso era stata ben altra cosa comunque

SHOWTEK :8:

Dopo la stupenda intro con “O Fortuna” cantata live, parte lo show dei fratelli Janssen: sinceramente mi sono piaciuti di più al florida, dove hanno puntato molto sul loro repertorio, ma in ogni caso realizzano un set veramente buono che viene concluso come da loro tradizione in ogni Qlimax: penultima canzone il singolo di successo dell’anno appena passato, ovvero Hold Us Back, e in chiusura il nuovo singolo presentato ufficialmente per la prima volta

HEADHUNTERZ :9,5:

Come dice Caressa, SHOWTIME! Così giovane e così incredibilmente talentuoso, ha trovato con il suo stile un modo di coniugare la potenza e la melodia che secondo me non ha eguali, se non forse in Technoboy Il suo set lascia totalmente senza parole, e la ciliegina finale sono i 10 minuti di “Back in Time” che ci delizia le orecchie con la vecchia hardstyle delle origini. Il futuro della Q-Dance è tutto nelle sue mani

PROJECT ONE :8,5:

Set breve, e anche se ottimamente fatto, non mi sento di dargli più di 8,5. I due nuovi “Golden Boys” olandesi in pratica suonano tutto il loro grande album, regalando una mezz’ora di piacere totale

D-BLOCK & S-TE-FAN :8:

Decisamente meglio delle loro precedenti apparizioni, al loro debutto sul massimo palcoscenico Q-Dance mettono il loro consueto repertorio (Evolutionz, Ride with Uz etc…) contorno da ottimi pezzi. Alla fine il risultato è un set sul livlelo degli Showtek, bello, ma nel quale approfittiamo per calmarci 10 minuti

TECHNOBOY :9+:

E’ il “suo” Qlimax, e lo onora nel migliore dei modi, con un set dei suoi, i quali ormai non sono più nemmeno commentabili, avendo finito da tempo la riserva di elogi. Tuttavia questa volta non è sufficiente per vincere il premio di “Best Dj”, poichè viene battuto in volata da Headhunterz. Spara le solite “Oh my God”, “Rage”, e la new entry “Dirty”, un suo vecchio classicone appena remixato magistralmente da Wildstylez

TATANKA :9:

Il Valerio si fa rivedere da queste parti dopo 2 anni, e punta tutto sulla potenza brutta lasciando un po’ a desiderare sulla qualità assoluta dei dischi: scleta discutibile ampiamente, ma che personalmente ho apprezzato tantissimo. Per spiegare cosa sto dicendo, basta dire che ha messo un remix di I Kissed a Girl, che Kaneda avrebbe fatto meglio in metà tempo e a metà prezzo, ma con una cassa talmente dritta che ha comunque esaltato tutti. Nel resto del set ha anche fatto ricorso agli altri suoi pezzi da 90, quali “Showtime”, e le vecchie colonne “Fothermucker” e “Insane”

ZANY & VINCE :10:

Farò finta di non aver sentito la loro prima mezz’oretta hardstyle, perchè non aveva veramente senso di esistere, e passerò direttamente all’ultima ora hardcore: io non ho mai dato 10 a nessuno, perchè per me il 10 equivale a un set “come se l’avessi fatto io”, ovvero con le mie scelte musicali preferite. Ebbene Vince ci è riuscito, realizzando un set hardcore mai visto, il migliore in assoluto tra tutti i Qlimax, poichè surclassa ampiamente anche quello di Promo nel 2006, che fino a ieri era il massimo esempio possibile. Il Vincenzo ci regala momenti emozionanti (“How Long”, “Nobody Said It Was Easy”, “No Place To Hide”), momenti di potenza devastante (“Alles Naar Klote”, “Voel Je Die Bass”), e un finale amarcord con “Braincracking” che nessuno si sarebbe mai aspettato. il tutto, suonato alle 7 del mattino, dopo la notte appena passata e le peripezie della giornata, ha reso in quei momenti delle sensazioni assolutamente indimenticabili, che mi hanno spinto a dare a loro il massimo voto.

L’EVENTO :9,5:

Il miglior Qlimax: così doveva essere, e così è stato. Non sarebbe potuto essere meglio, se non per qualche piccolo dettaglio citato sopra, che gli ha impedito di arrivare al 10. Per il resto non si può che ringraziare la Q-Dance per aver dimostrato ancora una volta di che pasta sono fatti in Olanda

-DjPhillip-


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: