Porsche Cayenne Gemballa

6 01 2009

Da tempo attendevo questa elaborazione in quanto la considero una delle milgiori per quanto riguarda i modelli più estremi della gamma sportiva tedesca. Dopo la splendida (e cattivissima) Cayenne Gemballa precedente ecco che il tuner va a modificare anche l’ultimo modello del SUV tedesco.

Di questa mostruosa versione ne vedremo veramente pochissime sulle strade del pianeta; sono infatti solo 50 gli esemplari che verranno prodotti in due differenti versioni.

La GTS è stata pensata con qualche tocco di comfort in più della GTR dove invece tutto è visto attraverso le lenti della sportività più estrema: i vetri laterali/posteriori sono sostituiti con altri di materiali plastici (policarbonato) e trovano posto sedili da corsa al posto di quelli di pelle standard.

Il 4.8 biturbo V8 della Cayenne Turbo è stato progettato per erogare 3 fasce di potenza: 542, 641 o 740 CV a fronte dei 494 del modello standard.

Le modifiche che rendono possibile un tale incremento di potenza sono l’adozione di intercooler di dimensione doppia rispetto agli originali rinforzati da molte parti soggette a usura in acciaio inossidabile.
Le versioni top di gamma da 740 CV sono dotate anche di scarichi integrati nelle minigonne laterali e di un contagiri con luce per il cambio di marcia.

La carrozzeria di tutte la Cayenne Gemballa è stata modificata per rendere il fattore aerodinamico migliore. Sono state aggiunte molte prese d’aria di dimensioni esaerate (basti vedere quelle all’anteriore). Le sospensioni sono state irriggidite. Il peso è stato ridotto di circa 250 kg rispetto alla Cayenne Turbo (anche se è molto probabile che la massa della vettura tocchi le due tonnellate) grazie a un ampio uso del carbonio: specchietti retrovisori, spoiler posteriore ed estrattore del flusso d’aria. Per riuscire a fermare in poco spazio tutto questo peso sia i dischi posteriori che quelli anteriori sono stati dotati di un sistema di ventilazione più generoso.

Esteriormente questa Cayenne non passa davvero inosservata: oltre alle parti in fibra di carbonio già citate è stato montato un kit carrozzeria larghissimo, gruppi ottici di fondo scuro, grandi cerchi scuri e un cofano motore in fibra di carbonio dotato di numerose prese d’aria e bombature.

Se già la prima Gemballa mi sembrava estrema non avevo ancora visto quest’ultima versione!

(grazie a EVO per le immagini)

-Symo-


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: