Kings of Hard @ Florida

18 01 2009

Apriamo questo 2009 subito a 1000 kmh, con un evento quasi totalmente hardcore, nella più classica delle locations, ovvero la discoteca Florida di Ghedi.

Partiamo subito con le pagelle:

Nico & Tetta vs Maxx (Stunned Guys) :7,5:

All’accoglienza troviamo i due soci, resident storici del Florida, più Maxx degli Stunned Guys, chiamato in fretta e furia per sopperire all’improvvisa assenza di Na-Goyah. Il risultato è un set senza infamia e senza lode, con qualche simaptico e inaspettato regalo (Dangerous, Chronic Disorder).

Art of Fighters (Live) :8,5:

Solito divertente spettacolo tirato in piedi dai due compari: uno al mac con ableton a fare musica, l’altro a sparare stronzate in continuazione al microfono. Il risultato è una mezz’ora delirante, nel quale vengono sparate tutte le cartucce del loro repertorio (earthquake, Do or Die, Let’s Get It On, per dirne qualcuna), e classica conclusione con l’invettiva contro la musica house, e il finalino, costatomi una gomitata in pieno zigomo

Vince :8:

Inizio da brividi stile Qlimax 2008 (How Long, Chronic Counter, Worldwide Crisis), slavo poi attestarsi su un set abbastanza anonimo come il trio di apertura.

Noisecontrollers :9:

non siamo riusciti a sentirli totalmente, ma i 40 minuti iniziali da soli sono valsi la serata: intro totalmente hardstyle remember (Demolition, Technogym, Disk Warrior, Skyscraper), e seconda aprte nella quale hanno alternato pezzi loro, ad altri successi clamorosi (Just Like You, e il fantomatico remix introvabile di it’s a dream). Senza dubbio gli Show Stealer della serata

Amnesys :9:

A concludere, il nuovo astro nascente romano, a cui è stato affidato il delicato compito della chiusura: esame passato a pieni voti! Un’ora interata passata a cannoneggiarci senza tregua, con uno stile che ricorda molto il miglio Promo (cassa distorta, poche variazioni melodiche, vocal esasperati)Chiude la sua performance con No Place To Hide, degno suggello della serata

L’evento :8,5:

Considerando il basso costo dell’evento, e il fatto che comunque era il primo evento che si faceva a quasi totale prevalenza hardcore, è andata ben oltre le più rosee aspettative: musica niente male, come scritto sopra, il fisico ha retto alle 6 ore di sforzo massimo, e abbiamo limitato al minimo i danni fisici (peraltro è stata una serata tranquilla). Però, come dice il Monti, quel culo grida ancora vendetta…

-DjPhillip-


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: