Uk Garage Lotus Extrema

22 01 2009

Il nome del preparatore potrebbe trarre in inganno ma quello del modello svela una certa italianità di fondo… Ebbene si! E’ proprio una Lotus Exige preparata da un preparatore italiano (bergamasco) che potrebbe gareggiare persino in GT1 nella versione più potente.

Personalmente non avevo mai sentito parlare di Uk Garage prima d’ora anche se sono venuto a sapere che questo tuner ha una certa esperienza in tema di preparazioni pesanti di vetture leggere e senza compromessi: TVR, Noble e Radical sono alcune tra le aziende che hanno visto i loro modelli essere sottoposti a una cura vitaminizzante e, in qualche caso, ingrassante.

Questa che descrivo non è una preparazione unica e standard. Si parte da un Lotus Exige mk1 a cui è stato applicato un body kit maggiorato di molto e i fari della versione successiva. Vedremo in seguito appunto che l’auto può essere personalizzata in moltissime parti a piacimento dal futuro acquirente. Preciso da subito che, anche se dall’aspetto può essere ritenuta auto esclusivamente da competizione, con l’Extrema ci si potrà divertire su qualsiasi strada aperta al traffico!

Partiamo quindi dalla carrozzeria che può essere sia in fibra di vetro che in materiale composito (carbonio+kevlar). Per mentenere nei limiti del possibile l’animo ultraleggero della sportivissima inglese il telaio è rimasto l’originale in alluminio, anche se allungato di circa 20cm per fare spazio a gomme più larghe montate su pneumatici in lega ultraleggeri disponibili anche col monodado centrale. Caratteristica sempre più comune sulle auto “stradali” da mezza competizione.

Sotto il cofano sono presenti diverse motorizzazioni in posizione longitudinale abbinate a cambio manuale 6 marce o sequenziale a 4 rapporti (quello di serie dell’Exige) entrambi montati in blocco col differenziale. Le soluzioni sono molte, di derivazione Chevrolet o GM: si parte con l’LS3 da 420 o 500 CV, l’LS7 (quello della Corvette ZO6) per arrivare al top con l’LS9 (della Corvette ZR1) da 650 CV. In tutti i casi, naturalmente, la massa aumenta ma di poco: sono dichiarati al massimo appena poco più di 1000kg di peso complessivo. Per quanto riguarda i propulsori General Motors abbiamo V6 turbocompressi da 2.8 litri capaci di 300 o 350 CV e di un peso di appena 850 kg. Se proprio si volesse puntare al massimo risparmio di peso sono disponibili unità V8 Powertec che certo non risparmiano sulla potenza: 2.600 cc per 360 CV, 2.800 cc da 450 CV o 3.400 cc da 560 CV. Qui si possono arrivare a toccare i 10 mila giri/min e prestazioni da capogiro con un peso di soli 750 kg.

Sempre sulla strada della personalizzazione il cliente può scegliere le sospensioni che più preferisce tra i vari marchi proposti mentre l’impianto frenante è fornito di serie da AP Racing con pinze a 4 pistoncini. In ottica racing sono previsti rollbar integrale, estintore, strumentazione digitale e impianto di video recording.

Tanto per farsi un’idea delle prestazioni di cui è capace questa ultraleggera cito i 2.8 secondi da 0-100 km/h e i 7″ fino a 200 km/h. La velocità massima, anche se non penso interessi molto in questo caso è maggiore di 320 km/h. Il prezzo è decisamente competitivo, si parla di 66 mila euro tasse eslcuse per portarsi a casa un bolide adatto anche alla pista; difficile chiedere di meglio!

-Symo-


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: